fbpx

Acquistare abbigliamento da bambini in saldo, 5 consigli utili

I bambini, si sa, crescono in fretta e fare acquisti per loro non è mai semplice, soprattutto con i saldi!

Perché i prezzi bassi ci tentano tantissimo (e qui parlo da mamma): vorremmo comprare di tutto e di più, ma poi giustamente cominciamo a farci delle domande.

“E se non ci prendo con la misura?”

“E se non dovesse averne bisogno?”

“E se non ci piacerà più o sarà passato di moda?”

Questo breve articolo serve proprio ad aiutarti a trovare una risposta a tutti questi interrogativi e, soprattutto, a farti scoprire come fare dei veri e propri affari acquistando abbigliamento da bambini in saldo.

Ho 5 consigli utili per te, li vediamo insieme?

Studia il suo armadio

Gli acquisti di capi in saldo sono quelli che solitamente avvengono d’impulso, e questo per due motivi fondamentali:

  • i prodotti in saldo solitamente hanno disponibilità ridotte, e noi siamo psicologicamente portati a rispondere al “principio di scarsità”: c’è solo una t-shirt, dev’essere mia!
  • i prezzi scontatissimi riducono e a volte abbattono le resistenze che di solito abbiamo di fronte ai nuovi acquisti, e questo soprattutto online dove abbiamo una percezione ridotta del prodotto. 

Ed è così che poi ti ritrovi l’armadio dei bambini pieno zeppo di capi che non hanno mai indossato (e che fanno crescere la tua frustrazione).

Per questo prima dei saldi dovresti studiare a fondo l’armadio di tuo figlio o di tua figlia, cercando di capire quali sono i capi che ha utilizzato di più e quali invece non ha mai messo.

Può sembrare banale, ma queste informazioni ti aiutano a selezionare al meglio quali sono gli indumenti che vale davvero la pena comprare, soprattutto se in saldo!

Così saprai di aver fatto dei veri affari, e avrai evitato di avere pile e pile di capi lasciati ad ingrigire nei cassetti. 

Scrivi una lista dei desideri

Ora che hai studiato bene il suo armadio hai sicuramente le idee più chiare, eppure la tentazione di comprare di tutto è sempre dietro l’angolo.

Lo so, quella gonnellina di tulle è davvero un amore, ma non somiglia molto a quella che non ha mai messo la scorsa estate?

E il tuo bambino ha davvero bisogno dell’ennesima camicia da indossare “nel caso ci fosse l’occasione”? 

Sai già che la risposta è no ma nella tua testa risuona già una vocina che urla un convintissimo SI!

Per far tacere quella vocina non c’è niente di meglio di una bella Lista dei Desideri!

Metti insieme tutto quello che vorresti comprare ai tuoi bambini e mettili in ordine in base alle priorità:

  1. ciò di cui non può fare a meno, come ad esempio un nuovo giubbotto invernale, capi per la scuola o abbigliamento intimo.
  2. capi da mettere nel tempo libero: jeans, maglioncini, gonne ed abiti sono tutti in questa sezione. 
  3. capi d’occasione, quelli che vivono la maggior parte della loro vita in attesa di essere indossati e che poi finiscono sempre nelle foto ricordo.

Ricontrolla questa lista ogni volta che stai per acquistare qualcosa, ti sarà molto utile vedrai! 

Non aspettare troppo!

Qual è l’altra forte tentazione del periodo di saldi? Aspettare sconti ancora più alti!

Questo è però un grande rischio, se ricordi lo abbiamo detto anche prima: i capi in saldo sono stagionali, e quindi a disponibilità limitata.

Lo sappiamo bene, ogni stagione lasci gli occhi su uno o più capi super scontati… di cui però non è rimasta la taglia di cui hai bisogno.

(Un minuto di silenzio per tutti i sogni infranti in questo modo)

Ma anche questo è un problema risolvibile, addirittura in due modi:

  1. tieni d’occhio quotidianamente il capo che ti interessa, cogliendo al volo il momento in cui il prezzo verrà ribassato;
  2. se quel prodotto ti piace proprio tanto, o ne hai davvero bisogno prendilo prima possibile e non essere ingorda di sconti: meglio aver risparmiato qualcosina in meno che rimanere a bocca asciutta!

Abbiamo già visto insieme molti consigli utili, ma ce ne sono altri due davvero imperdibili!

Pronta a scoprirli?

Prediligi capi basici

Le mode passano sempre troppo velocemente, ed è così che un capo acquistato in super saldo la scorsa stagione, di un colore che andava tantissimo, questa stagione non lo puoi proprio più vedere. 

Alza la mano se hai provato almeno una volta questa sensazione!

E di nuovo ti trovi con l’armadio pieno zeppo di abbigliamento inutilizzato. Puoi ovviare a questo problema acquistando in saldo capi il più possibile basici. 

A cosa mi riferisco?

Felpe, t-shirt, pantaloni, abiti e giubbetti possibilmente a tinta unita e in colori evergreen, come il nero, il rosa, il blu e il bianco.

Non hanno stagione e si abbinano praticamente con tutto!

Occhio alla taglia

Ultimo, ma assolutamente non per importanza, il problema della taglia.

Perché non avendo la sfera di cristallo non puoi sapere quanto e come crescerà tuo figlio, e allo stesso tempo non puoi nemmeno sapere come “si comporteranno” i capi acquistati. 

Allora come fare senza rivolgersi a una cartomante?

Prima di tutto seleziona i marchi con cui ti sei trovata meglio e che sai come calzano, sarà più semplice per te valutare quale taglia scegliere per la prossima stagione.

Inoltre sai già se i capi tendono a ritirarsi molto in lavatrice (o in asciugatrice) o se fanno una buona riuscita.

Valuta anche la crescita media del tuo bambino, anche se questo è più semplice dai 3 anni in su. 

In generale tendi ad acquistare almeno una taglia in più, rispetto a quella che sta indossando.

Ora che sai come affrontare i saldi sei pronta a riempire il carrello! 

Comincia lo shopping

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *